fuochi fatui per piccoli

Ogni mese al Teatrino Fontana c’è un pomeriggio speciale, in cui invitiamo i bambini a fare esperienze vive, concrete, non virtuali; dove i più piccoli possono scoprirsi attraverso esplorazioni teatrali e poetiche, esperienze percettive e sensoriali, momenti di gioco e di ascolto.

Le iniziative sono riservate ai soci. E’ possibile sottoscrivere la tessera annuale all’ingresso con un contributo di 5 euro.

DOMENICA 20 GENNAIO – Ore 18
MOSSO
Uno spettacolo di e con Francesco Campanoni

Questa non è una storia marina turbolenta, né un movimento musicale vorticoso, ma si tratta piuttosto di numerose piccole immagini teatrali tutte animate da un semplice personaggio. Vediamo un venditore di un vecchio casco da motociclista, in tre diverse apparenze, un francese, un americano e un russo, un domatore di vegetali, la ricostruzione di parte di un film, un piccolo circo povero, un pianista, il direttore d’orchestra di un coro. Brevi numeri creati con oggetti semplici, che vengono trasformati, reinventati, giocati e animati in una dimensione quasi esclusivamente da clown.

OCCORRE PRENOTARSi SCRIVENDO A teatrinofontanta@gmail.com
oppure via whatsapp o messaggio al numero 339.7835482

AL TERMINE DELLO SPETTACOLO SARA’ POSSIBILE VISTARE LA MOSTRA CON LE OPERE DI FRANCESCO DALLE 19 ALLE 21.

DOMENICA 16 DICEMBRE alle ore 16
LA LETTERA TROVATA
Vi racconteremo una storia piccola, che parla dell’attesa e della felicità, perché forse tutti aspettiamo un messaggio, un invito alla felicità.
Dopo la storia, cercheremo questo messaggio tra buste e francobolli provenienti da paesi lontani.
In questo laboratorio ciascun bambino sarà invitato a scrivere una lettera.
Un momento di raccoglimento individuale per contattare le proprie emozioni attraverso il teatro e la scrittura.

SABATO 17 NOVEMBRE alle 16.00
IL POETA SULLA SPALLA
Laboratorio di poesia per bambini a cura di RadiceTimbrica Teatro
Saremo come minatori, scaveremo e cercheremo le parole, e i poeti ci terranno una mano sulla spalla e al nostro orecchio sussurreranno le parole che non riusciamo a trovare…
“Credo che non lo sappia dire nessuno che cos’è la poesia (…) io penso che il poeta sia un po’ come il minatore che dalla superficie (…) scava, scava, scava, scava finché trova un fondo nel proprio Io che è comune a tutti gli uomini. Scopre gli altri in se stesso.”
Giorgio Caproni

SABATO 20 OTTOBRE alle ore 16.00
CONCERTO PER VIOLA E PENNARELLO
concerto performativo d’interazione
di Chiara H. Savoia, con Diego Maffezzoni alla viola
sound design di Maurizio Misiano
allestimento a cura di Cinzia Chiodini e Luca Colombo
Un concerto che si svolge su un grande foglio bianco.
Sorprendersi o restare in ascolto? Il tono caldo di una viola solista è intervallato e intersecato da un ambiente sonoro creato da un sound designer. I suoni si sposano tra loro, portano lontano.
Hai in mano un pennarello, sei libero di lasciare una traccia, silenziosa o visiva.
Non vi sono limiti di età per partecipare. Grandi e piccoli condividono uno spazio espressivo di ascolto. Non ci sono palchi o barriere tra chi sta suonando e chi sta disegnando, c’è una totale condivisione armonica.
Il foglio diventa come una grande mappa, un percorso cominciato dal vuoto e riempito, come per gioco, dalle sensazioni che ci lascia la musica.