laboratori 21-22

Ridestare la forza dell’immaginazione, toccare la natura profonda, sentirsi felicemente diversi: questi sono i campi di ricerca che abbiamo voglia di esplorare con voi, esperienze desideriamo intraprendere insieme.

TEATRO DI RICERCA/ L’ESERCIZIO DEL FANTASTICARE
A cura di Chiara H. Savoia, in collaborazione con Cinzia Chiodini
7/14/21/28 settembre e 5/12/19/26 ottobre, il martedì dalle 20.45 alle 22.15
Un percorso dedicato a esperimenti da compiere attorno al legame tra immaginazione e composizione teatrale. Gli attori dovranno fare esperienza della ripetizione come fattore essenziale imparare a generare stupore, ed esercitarsi con l’abilità di spingere l’immaginazione un po’ più in là, per provare a raccontare agli spettatori come ancora non è stato fatto.
Gli incontri sono aperti a chiunque desideri fare un’esperienza di gruppo per mettersi in contatto dinamico con il processo creativo.
Ai soci è richiesta una donazione minima di 45 euro per ciascun mese + 5 euro tessera annuale

LABORATORIO DI MOVIMENTO ESPRESSIVO NON STEREOTIPATO/ORBITE
A cura di Cinzia Chiodini, in collaborazione con Chiara H. Savoia
8/15/22/29 settembre e 6/13/20/27 ottobre, il mercoledì sera dalle 20.45 alle 22.15
I corpi celesti tracciano linee, percorsi, traiettorie, disegnano lo spazio con segni precisi in perfetto equilibrio tra loro. Andremo a ricercare nei nostri “corpi terrestri” questi equilibri, lo stare soli ma connessi, microcosmi personali che si armonizzano nel macrocosmo collettivo.
Il laboratorio sarà strutturato con una parte di training e potenziamento fisico, seguito da esplorazioni performative che prendono spunto dai moti celesti
Ai soci è richiesta una donazione minima di 45 euro per ciascun mese + 5 euro tessera annuale

LABORATORIO DEL FARE TEATRO, a cura di Cinzia Chiodini
dedicato ai ragazzi dai 12 anni in su
15/22/29 settembre e 6/13/20 ottobre mercoledì pomeriggio dalle 17,30 alle 18,30
Questi sei incontri propedeutici sono da intendersi come momento di ricerca creativa personale e di gruppo attorno al gioco del fare teatro, per esplorare le tecniche teatrali come utile strumento di  espressione del proprio essere: si sperimenterà lo stare in scena, si imparerà la gestione del proprio corpo e della propria voce e si giocherà con lo spazio scenico. 
Il percorso proposto intende inoltre offrire ai partecipanti la possibilità di sviluppare la propria espressività psicofisica, prendere coscienza del proprio corpo e delle proprie emozioni al fine di favorire l’evoluzione di nuove dinamiche nella relazione con l’altro.
A causa dell’emergenza sanitaria tutt’ora in corso non ci è possibile prevedere una restituzione finale in forma spettacolo aperto al pubblico
Si lavora senza scarpe, è richiesto l’uso della mascherina chirurgica.
Il laboratorio si attiverà con un minimo di 6 iscritti.
Ai soci è richiesta una donazione minima di 30 euro per ciascun mese + 5 euro tessera annuale
 


UN RESPIRO
percorsi su misura di lavoro creativo.

Dialogo, gioco, teatro, movimento espressivo, scrittura, immaginazione, narrazione… Incontri individuali dedicati esclusivamente a te. Per informazioni: Chiara H. Savoia 3397835482

Si organizzano inoltre incontri individuali di Teatro Terapia e Lettura a Voce Alta.

Per informazionie iscrizioni: 3397835482 /3336909223 teatrinofontana@gmail.com

LE INIZIATIVE SONO RISERVATE AI SOCI. E’ POSSIBILE ASSOCIARSI CON UN CONTRIBUTO ANNUALE DI 5 EURO.

A seguito dell’emergenza Covid-19, i laboratori avranno una struttura modulare e, per permettere il giusto distanziamento interpersonale all’interno del Teatrino, accoglieranno un numero massimo di 10 partecipanti ciascuno.  A tutti gli iscritti verrà chiesto di compilare un’autodichiarazione e un’autocertificazione covid-19. All’ingresso  verrà effettuata la misurazione della temperatura che dovrà essere inferiore a 37.5 e verrà chiesto l’utilizzo dell’igienizzante mani. E’ obbligatorio indossare la mascherina. Verrà compilato un registro delle presenze per ogni incontro di laboratorio per tenere tracciabilità dei contatti, che sarà conservato per 15 giorni Le calzature personali dovranno essere lasciate all’ingresso e a ognuno verrà assegnata una postazione per lasciare i propri oggetti personali. Il Teatrino prima e dopo ogni utilizzo sarà sanificato ed areato secondo le norme vigenti.


I laboratori saranno a cura di:

Chiara Savoia – Inizia a fare teatro all’età di sedici anni. Dopo aver conseguito il diploma di maturità artistica sperimentale, presso il Liceo Artistico Statale P. Candiani di Busto Arsizio (VA) nel 1996, si forma attraverso l’incontro con le sperimentazioni di Chiara Guidi, Alejandro Jodorowsky, Marcel Marceau, Barbara Friedrich, il Deutsches Institut Für Improvisazion di Berlino, Cathy Marchand e molti altri maestri, passando attraverso approcci al Kathakali indiano e il teatro NO giapponese. Nel 1996, fonda la compagnia RadiceTimbrica Teatro, e crea numerosi spettacoli rappresentati nella provincia di Milano e Varese, in Toscana, in Emilia Romagna, in Lombardia, in Piemonte e nel Lazio, spingendo la propria ricerca anche verso la performance e le letture sceniche. Nel 2008 la compagnia riceve la menzione speciale al festival Nuove Espressioni di Milano con lo spettacolo “L’età che non passa”, “per l’originalità della scelta testuale e per la freschezza e la coralità della trasposizione scenica”. Nel 2009 vince ex-aequo il concorso Up_nea con lo spettacolo “Ho il cuore dappertutto”. Nel 2006 è attrice nello spettacolo “Giuditta, un inno alla vita”  prodotto dal TEATRO DELLE BRICIOLE DI PARMA, di Samir Oursana (spettacolo vincitore del premio Scenario Infanzia). Diplomata presso la Scuola di Formazione in Teatro Terapia diretta da Walter Orioli nel 2005, si dedica con passione alla conduzione di laboratori teatrali presso scuole e centri culturali. Tiene inoltre corsi di formazione per insegnanti, educatori, cantanti, team building aziendali. Nel 2010 ha firmato la regia dell’opera lirica “Artemisia” di Francesco Cavalli al festival Herrenhausen di Hannover, e de “Il ritorno di Ulisse in Patria” di Claudio Monteverdi, rappresentato nel 2011 a Parigi (Citè de la Musique, 5me Biennale d’Art Vocal), Ratisbona (Velodrome, Tage Alte Musik), Amsterdam (Concertgebouw, Robecco Zomerkonzert), Stoccarda (Barock Festival). Dal 2012 al 2017 lavora come assistente alla regia di Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio nell’ambito dell’Accademia Drammatica e del Metodo Errante e negli spettacoli “Gola”, “La terra dei lombrichi”, “La cattedrale sommersa” (nei quali è anche attrice). Nel 2016 apre il Teatrino Fontana a Legnano, in cui svolge il proprio lavoro di ricerca teatrale e in cui organizza i Piccoli Fuochi Fatui: incontri, performance, prove aperte e accadimenti fugaci, visioni private per piccoli gruppi di spettatori, nel tentativo di proporre un’alternativa culturale e una fruizione differente, attraverso eventi che difficilmente si ripeteranno. Nel 2019 consegue la Qualifica di Educatore professionale socio-pedagogico. Grazie alla curiosità e a questo percorso poco lineare ha elaborato un approccio personale nei confronti della materia teatrale. Al percorso teatrale, ha sempre affiancato la passione per la pittura e il disegno. Dal 2004 al 2010 lavora come pittrice per il gallerista Pierugo Mozzoni, partecipando a numerose mostre tra cui Immagine Arte Fiera di Reggio Emilia (2006), Arte Fiera di Bergamo (2007), Vicenza Arte (2007), Chiari e Geniali (2007). Parallelamente conduce laboratori artistici per adulti e ragazzi presso scuole, biblioteche e centri culturali, team building aziendali. Sta proseguendo la sua formazione artistica grazie all’incontro con l’illustratore e autore Stefano Ricci, di cui segue workshop e seminari.

Cinzia Chiodini  –

Cinzia Chiodini  – Si avvicina al teatro nei primi anni di Liceo attraverso i laboratori condotti da Radice Timbrica Teatro, sviluppando curiosità nei confronti di tutti gli aspetti della messa in scena. Successivamente, approfondisce le tecniche vocali attraverso i laboratori condotti da i Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa e da Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio, mentre si dedica allo studio del movimento e del teatrodanza seguendo i seminari di Raffaella Giordano, Abbondanza e Bertoni, Erica Giovannini, Roberto Castello, Cathy Marchand, e dal 2005 intraprende uno studio appassionato della Contact Improvvisation con Laura Giudici, Laura Banfi e Urs Stauffer. Entra a fare parte della compagnia RadiceTimbrica Teatro, crea e recita in numerosi spettacoli rappresentati nella provincia di Milano e Varese, in Toscana, in Emilia Romagna, in Lombardia, in Piemonte e nel Lazio, spingendo la propria ricerca anche verso la performance e le letture sceniche. Nel 2008 la compagnia riceve la menzione speciale al festival Nuove Espressioni di Milano con lo spettacolo “L’età che non passa”, “per l’originalità della scelta testuale e per la freschezza e la coralità della trasposizione scenica”. Nel 2009 vince ex-aequo il concorso Up_nea con lo spettacolo “Ho il cuore dappertutto”.Nel 2009 è tra i vincitori del concorso di improvvisazione “Caccia all’artista” della Takla Improvising Group.